Avvisiamo i visitatori che il nostro sito utilizza solo cookies tecnici.

JoomlaTemplates.me by iPage Reviews

LUNEDÌ 18 DICEMBRE. SCIOPERO NAZIONALE ERICSSON

Categoria: News Ericsson TEI
Creato: Giovedì, 14 Dicembre 2017 Pubblicato: Giovedì, 14 Dicembre 2017
Scritto da RSU ERICSSON ROMA

La grande Ericsson si sta trasformando in una azienda padronale qualunque, disinteressandosi scientemente del patrimonio umano e lavorativo a cui si era affidato fino a oggi.

È ora di dire basta ai processi di ristrutturazione Ericsson che solo negli ultimi quattro anni hanno prodotto un saldo negativo di circa 1300 lavoratori, senza contare i 623 esuberi dichiarati recentemente alle OO.SS.

La nuova società che Ericsson sta creando con 515 lavoratori TEI della "Services Factory & Build IT" (di cui 150 sono già stati dichiarati esuberi) e che sarà operativa dal 1 gennaio 2018, è solo un contenitore per poter meglio licenziare; si perché gli stessi lavoratori qualora fossero rimasti in TEI sarebbero stati considerati rispetto alla specifica attività, un esubero su quattro mentre nella nuova società diventano un esubero su tre. Per non parlare poi della fungibilità lavorativa del dipendente che dal primo gennaio potrà essere legalmente spesa solo su un limitato numero di attività.

Più volte abbiamo detto che i dipendenti Ericsson hanno un'alta scolarizzazione e che possono essere ricollocati su un ampio ventaglio di attività oggi presenti in Ericsson o su tecnologie che verranno, mentre con l'operazione di scorporo, Ericsson confina in un ghetto professionale questi lavoratori. Lavoratori che vengono ulteriormente umiliati perché li si vuole mettere in concorrenza con le nostre società fornitrici o di installazione, chiedendo loro di eliminare parte dei diritti sanciti nel Contratto Nazionale di Lavoro.

Ecco perché Ericsson sta diventando un azienda qualunque, un player che si considera così importante nel settore delle telecomunicazioni ma che non riesce a lavorare con il contratto nazionale di lavoro, può passare tranquillamente dall'essere una S.p.A. a una  S.a.s.

Allo scorporo della Services Factory si accompagneranno altri scorpori di esuberi e altri esuberi rimarranno in TEI, è un malefico piano che coinvolge circa 950 lavoratori.

Il nostro governo invece deve smetterla di voltarsi dall'altra parte ignorando la macelleria sociale che sta producendo Ericsson.

 

LA PARTECIPAZIONE ALLO SCIOPERO CON PRESIDIO DI TUTTI I LAVORATORI ERICSSON  È FONDAMENTALE.

LUNEDÌ 18 DICEMBRE
SCIOPERO NAZIONALE ERICSSON
PER L'INTERO TURNO DI LAVORO
PRESIDIO SOTTO IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO
VIA MOLISE 2
DALLE ORE 9:30 ALLE 14:00

 

13/12/2017 - ASSEMBLEA RETRIBUITA ERICSSON

Categoria: News Ericsson TEI
Creato: Lunedì, 11 Dicembre 2017 Pubblicato: Lunedì, 11 Dicembre 2017
Scritto da RSU ROMA ERICSSON

ASSEMBLEA RETRIBUITA
MERCOLEDI 13/12/2017
ORE 9:30 - 11:30
SALA MENSA ERICSSON

Ordine del giorno:

  • Situazione Ericsson, esuberi e scorpori
  • Organizzazione sciopero nazionale Eiricsson del 18 dicembre
  • Discussione e votazione ipotesi rinnovo CCNL (documento CCNL)


All'assemblea parteciparanno le Strutture Sindacali Territoriali, Slc-Cgil, Fistel-Cisl, Uilcom-Uil


RSU ROMA ERICSSON

INCONTRO DEL 6/12/17 SCORPORO ERICSSON - COMUNICATO SEGRETERIE NAZIONALI

Categoria: News Ericsson TEI
Creato: Lunedì, 11 Dicembre 2017 Pubblicato: Lunedì, 11 Dicembre 2017
Scritto da RSU Ericsson Roma Slc-Cgil

Come avevamo previsto nel comunicato del 23 novembre, il piano industriale che prevede l’uscita di circa 1000 lavoratori, tra esuberi e cessioni, non dà alcuna prospettiva futura. Infatti, per i lavoratori che dal 1 gennaio passeranno nella nuova società, 1 su 3 sarà licenziato e per gli altri è stato prospettato un abbattimento di circa il 30%, tra salario diretto, indiretto e aspetti normativi, come permessi e assicurazioni.

Si prospetta una nuova azienda, che per stare sul mercato, deve tagliare anche sul Contratto Nazionale. A questo si aggiunge la mancanza di chiarezza per le restanti cessioni: quale perimetro? A chi? Quali garanzie? Infine gli esuberi rimanenti in Ericsson, per i quali si capisce che è solo un taglio di costi, senza alcuna prospettiva agganciata ad un piano certo.

leggi tutto il comunicato


Nota RSU Ericsson Roma Slc-Cgil

Durante l'incontro del 6 dicembre, l'azienda ha illutrato il piano industriale della nuova società Ericsson Services Italy (acronimo EXI) che nella sostanza è stato ben riassunto nel comunicato delle Sgreterie Sindacali Nazionali. La presentazione fatta dall'azienda è stata a video, e non appena avremo il formato elettronico ne daremo divulgazione.

Di seguito il verbale di chiusura della  procedura di scorporo. Verbale Unindusria del 06/12/2017

  • Il giorno 13 dicembre è prevista un'assemble retribuita per discutere della situazione Ericsson e del CCNL.
  • Il 18 dicembre è stato indetto lo sciopero nazionale Ericsson per l'intero turno di lavoro.

 

 

IPOTESI RINNOVO CCNL

Categoria: News Ericsson TEI
Creato: Lunedì, 27 Novembre 2017 Pubblicato: Lunedì, 27 Novembre 2017
Scritto da RSU Ericsson Roma Slc-Cgil

Giovedì 23 novembre è stata sottoscritta con Astel l'ipotesi di piattaforma per il rinnovo del CCNL.

Ora l'ipotesi verrà sottoposta ai lavoratori che dovranno confermarla o meno tramite votazione. Partono dunque le assemble e le consuòltazioni nelle varie aziende che dovranno concludersi entro il 15 gennaio 2018.

Dai link seguenti la piattaforma di rinnovo e il comunicato delle Segreterie Nazionali.

SERVICE FACTORY - PROCEDURA DI SCORPORO RAMO D'AZIENDA AVVIATA

Categoria: News Ericsson TEI
Creato: Venerdì, 24 Novembre 2017 Pubblicato: Venerdì, 24 Novembre 2017
Scritto da RSU Ericsson Roma Slc-Cgil

Questa mattina, 24/11/2017, la direzione aziendale ha consegnato alle RSU il documento che avvia la procedura di scorporo di ramo d'azienda riguardante la Service Factory & Build IT.

Nei prossimi giorni si avvieranno gli incontri di procedura con l'azienda.

Dal llink la procedura in oggetto. Procedura_di_Scorporo

Sottocategorie