Avvisiamo i visitatori che il nostro sito utilizza solo cookies tecnici.

RESONTO INCONTRO MINISTERO DEL LAVORO

Si è svolto in data odierna l'incontro presso il Ministero del Lavoro sulla procedura di mobilità Ericsson.

Oltre agli attori obbligati, al tavolo di discussione hanno partecipato anche le istituzioni regionali di Lazio, Campania, Genova e Lombardia.

L'azienda per ora è rimasta intransigente nel voler procedere rapidamente alla conclusione della procedura per avviare i licenziamenti, ma il Ministero del Lavoro, sentite le ragioni sindacali che richiedono a gran voce l'utilizzo di ammortizzatori sociali di tipo conservativo unite a fuoriuscite di tipo volontario, sentite le rinnovate disponibilità delle Regioni a collaborare anche economicamente in un processo che abbia come obbiettivo la salvaguardia dei posti di lavoro, ha chiesto un aggiornamento della discussione a martedì 30 maggio.

RSU Roma Ericsson Slc-Cgil

INCONTRO MISE DEL 17/05/2017

Ieri 17 maggio si è svolto l’incontro informale su Ericsson tra le Segreterie Nazionali e il Ministero dello Sviluppo Economico.
L'incontro si è concluso con l'impegno del MISE che convocherà  Ericsson per trovare una soluzione alternativa alla corrente procedura di licenziamento.

Vi ricordiamo che a seguito del mancato accordo del 27 aprile scorso, per prassi la discussione sulla procedura di licenziamento si è spostata presso il Ministero del Lavoro, il cui incontro avrà luogo il 25 maggio.

RSU Roma Ericsson Slc-Cgil

 

PROSSIMI EVENTI SU MOBILITÀ ERICSSON

Vi informiamo che a seguito della richiesta fatta al MISE dalle Segreterie Nazionali Slc, Fistel, Uilcom e Ugli, il Ministero delo Sviluppo Economico ha convocato le stesse per un icontro informale che probabilmente si terrà domani 17 maggio.

Sono uscite nei passati giorni sulla stampa, indiscrezioni su ipotetiche assunzioni da parte di ZTE di personale proveninte da Ericsson e Wind.

L'incontro al MISE sarà utile per avere proprio un aggiornamento dei colloqui avuti dal ministero con ZTE dove si chiedeva all'azienda, poiché vincitrice dell'appalto WindTre, di assumere parte del personale Ericsson dichiarato in esubero a seguto della perdita della gara da parte di Ericsson. 

Confidiamo che l’incontro con il MISE vada a buon fine anche se al momento  una sigla sindacale non ha dato la disponibilità per l’incontro.

 Il normale incontro sulla procedura di mobilità è stato invece convocato dal Ministero del Lavoro per il 25 maggio prossimo.

 

RSU Roma Ericsson Slc-Cgil

 

FONDO TELEMACO VOTAZIONE ASSEMBLEA DEI DELEGATI

Il 3 e 4 maggio si voterà per il rinnovo dell'assemblea dei delegati.

Potrà votare solo chi partecipa al fondo e le votazioni si effettueranno online sul sito: www.fondotelemaco.it

Un delegato della RSU Ericsson Slc-Cgil di Roma si è candidato e vi esortiamo dunque a votare.

Nel file zip allegato sono descritte le modalità di voto e la lista dei candidati.

Guida Elezioni Telemaco

 

RSU Ericsson Roma Slc-Cgil

20 APRILE 2017. SCIOPERO NAZIONALE LAVORATORI ERICSSON

COMUNICATO RSU ERICSSON ROMA

20 APRILE 2017
SCIOPERO NAZIONALE
ERICSSON TELECOMUNICAZIONI
PER L’INTERO TURNO DI LAVORO
CON PRESIDIO SOTTO LA PREFETTURA DI ROMA
ORE 9:00 VIA QUATTRO NOVEMBRE / PIAZZA SS. APOSTOLI, ROMA


Si avvicina il giorno dello sciopero e come era stato annunciato nell’ultima assemblea dei lavoratori di Roma, durante la quale si era convenuto di procedere con azioni di lotta finalizzate a richiamare l’attenzione delle istituzioni governative, la RSU di Roma ha scelto come prima iniziativa, di fare un presidio sotto la Prefettura della nostra città.

Durante le passate procedure di mobilità, abbiamo intrapreso numerose iniziative per sollecitare l’attenzione del Governo sulle mobilità di Ericsson; ci siamo sempre proposti verso le istituzioni cercando di spiegare le vere cause dei licenziamenti che sono riconducibili per lo più a delocalizzazioni delle nostre attività in paesi a basso costo e alla mancanza di volontà di Ericsson di ricondurre il proprio personale, mediante un’adeguata Formazione, sulle attività considerate strategiche.

A tutto questo si aggiunge oggi la possibilità concessa dal Governo alla concorrenza cinese, di entrare prepotentemente nei settori strategici nazionali e dunque anche nelle telecomunicazioni. L’aggiudicazione della commessa WindTre da parte di ZTE, rientra in questa logica e complica ulteriormente la situazione dei lavoratori Ericsson.

In questo schema il numero di persone che la nostra azienda potrà considerare esuberi, non potrà che aumentare.

Serve un cambio di passo!

  • Chiediamo alla nostra azienda di smetterla di trattare i propri dipendenti come semplici oggetti di un prodotto legati a una specifica tecnologia. La scolarizzazione dei lavoratori Ericsson è a un livello medio alto e il lavoro strutturato in processi, come fa Ericsson, consente una facile riconversione lavorativa del personale. La fungibilità lavorativa non può essere un criterio utilizzabile dalla nostra azienda, ai fini di una procedura di licenziamento.
  • Chiediamo all’azienda di impiegare il proprio personale dipendente invece di licenziarlo e sostituirlo con personale di aziende subappaltatrici
  • Chiediamo al Governo di intervenire concretamente su Ericsson affinché rilasci un serio piano industriale, degno di un’azienda che intende garantire e sviluppare lavoro nel nostro territorio e che non punti solamente all’acquisizione di market share.
  • Sempre al Governo chiediamo di assumersi le proprie responsabilità politiche nell’aver consentito alle imprese di telecomunicazioni, soprattutto in questi ultimi anni, di portare all’estero il nostro lavoro, e di aver fatto entrare in Italia la concorrenza cinese in un settore strategico.
  • Ai tutti i lavoratori invece, chiediamo di far sentire la propria voce, aderendo allo sciopero e impostando sulla posta aziendale l’out-of-office “Sono in sciopero contro i licenziamenti Ericsson”

 

Roma, 18/04/2017
RSU ROMA ERICSSON