Avvisiamo i visitatori che il nostro sito utilizza solo cookies tecnici.

JoomlaTemplates.me by iPage Reviews

ATTENZIONE! SOLDI PERICOLOSI.

Categoria: News Ericsson TEI
Creato: Lunedì, 06 Novembre 2006 Pubblicato: Lunedì, 08 Dicembre 2008
Scritto da rsuroma.tei

Retribuzione di Ottobre 2006: arriva la seconda e pericolosa trance degli aumenti salariali scaturiti dal rinnovo della parte economica del nostro CCNL.

Il MOSTRO.

4 Categoria

5 Categoria

5s Categoria

6 Categoria

7 Categoria

€ 22,81

€ 25,00

€ 27,66

€ 29,69

€ 32,81

Con preoccupazione i lavoratori Ericsson attendono il 14 novembre per le possibili e terribili negatività che questi aumenti salariali possono provocare sul delicato equilibrio della Ericsson. Si teme infatti che questo evento possa far sballare il bilancio della società in virtù delle dichiarazioni dello stesso A.D. Cesare Avenia che durante la prima trance di aumenti del CCNL, quella di gennaio 2006 (€ 60,00 al 5 livello), dispiaciuto comunicò ai lavoratori che nello stesso anno non sarebbero stati elargiti i promessi premi individuali poiché completamente assorbiti da detta trance contrattuale.

E adesso che succede? Sono finiti i soldi in cassa! Come potrà far fronte la Ericsson a detta incombenza, tenuto conto che se con la prima trance era andata in pareggio con la seconda andrà sicuramente sotto?

Con un peso sul cuore e preoccupati per la reazione degli stakeholders, i lavoratori Ericcson Telecomunicazioni si apprestano ad accettare loro malgrado queste somme, volendo però rassicurare i mercati internazionali che gli aumenti previsti sono in linea con le teorie economiche di David Ricardo (1772-1823), che definisce il salario come il necessario per mettere i lavoratori in condizione di sussistere e perpetuare la loro specie.

A Carl-Henric Svanberg

REPERIBILITÀ - RESOCONTO INCONTRO DEL 25/10/2006

Categoria: News Ericsson TEI
Creato: Venerdì, 27 Ottobre 2006 Pubblicato: Lunedì, 08 Dicembre 2008
Scritto da rsuroma.tei

Il 25  ottobre la RSU/TEI ha effettuato un’incontro nell’ambito della trattativa per il rinnovo dell’accordo della reperibilità di maggio 2001.
Vi ricordiamo che l'azienda è disponibile a fare un nuovo accordo sulla reperibilità solamente se il sindacato accetta il fatto di non proclamare lo sciopero della sola reperibilità.
Lo sciopero di detto istituto rimarrebe fattibile  solo se unito allo sciopero dell'intera giornata lavorativa.
Secondo il nostro giudizio, questa limitazione non è stata ancora compensata dalla proposta dall'azienda sull'accordo 

PUNTI DISCUSSI.

Aggiornamento economico delle classi di reperibilità previste, forfettaria compresa,

Leggi tutto: REPERIBILITÀ - RESOCONTO INCONTRO DEL 25/10/2006

TELELAVORO - INCONTRO RSU AZIENDA DEL 23/10/2006

Categoria: News Ericsson TEI
Creato: Mercoledì, 25 Ottobre 2006 Pubblicato: Lunedì, 08 Dicembre 2008
Scritto da rsuroma.tei

La RSU di Roma con il supporto delle strutture Territoriali FIM-FIOM-UILM ha presentato all'Azienda una proposta complessiva sulla sperimentazione del Telelavoro in Ericsson.
Sono stati affrontati punti importanti relativamente all'orario di lavoro, al controllo dell'attività svolta in telelavoro, ai rientri periodici in azienda, alla immediata reversibilità che prevede la sospensione del Telelavoro da ambo le parti, il diritto all'informazione sindacale (bacheca elettronica), la sicurezza sul lavoro, i supporti tecnici da fornire per detta modalità lavorativa, l'indennità di mensa.
Da definire ancora sono il contratto di stipula del Telelavoro e la quota d'indennità per i consumi energetici.

Il giorno 06/11/2006 le parti s'incontreranno per perfezionare quanto sopra ed eventualmente siglare la relativa ipotesi d'accordo sperimentale.

COMUNICATO STAMPA RINALDINI TFR/FINANZIARIA

Categoria: News Ericsson TEI
Creato: Martedì, 24 Ottobre 2006 Pubblicato: Lunedì, 08 Dicembre 2008
Scritto da fiomroma.tei

Finanziaria. Rinaldini (Fiom):
Il Tfr è dei lavoratori e solo loro possono deciderne la destinazione con delega positiva. Occorre rivedere la distribuzione delle aliquote fiscali.

Il Segretario generale della Fiom-Cgil, Gianni Rinaldini, ha rilasciato
oggi la seguente dichiarazione.

La titolarità del Tfr è dei lavoratori. E' perciò paradossale che, alla
luce delle ipotesi di un possibile accordo, tutti i riflettori siano accesi sulle improprie rivendicazione avanzate dalle imprese. Qualsiasi soluzione non può che avere questo discrimine: soltanto i lavoratori possono esplicitamente attraverso la delega positiva decidere la destinazione del loro trattamento di fine rapporto.
E' inoltre necessaria una modifica dell'attuale distribuzione delle aliquote fiscali: non ci possono essere infatti situazioni per cui si verifichino ripercussioni negative sui redditi fino a 45.000 euro.


Fiom-Cgil/Ufficio Stampa
Roma, 23 ottobre 2006

MEMORANDUM D'INTESA SUL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO

Categoria: News Ericsson TEI
Creato: Martedì, 24 Ottobre 2006 Pubblicato: Lunedì, 08 Dicembre 2008
Scritto da rsuroma.tei

Roma, 23 ottobre 2006

A seguito dell'incontro di giovedì 19 ottobre 2006 svoltosi a Palazzo Chigi tra Governo, Confindustria, CGIL, CISL e UIL sui temi del Trattamento di fine rapporto e della previdenza integrativa è intercorsa una verifica sui possibili ambiti di miglioramento del disegno di Legge Finanziaria.
In data 23 ottobre 2006 si è giunti al seguente accordo tra Governo, Confindustria, CGIL, CISL e UIL, i cui elementi possono così essere sintetizzati:
1) Viene anticipato al 1 gennaio 2007 l'avvio della previdenza integrativa secondo le norme della legge n. 252/2005. Esso comprende anche l'anticipo al 2007 delle compensazioni previste dalla legge, quale condizione per la destinazione di parte del TFR maturando ai fondi integrativi o all'INPS [1].

Leggi tutto: MEMORANDUM D'INTESA SUL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO

Sottocategorie