Avvisiamo i visitatori che il nostro sito utilizza solo cookies tecnici.

NON CI RESTA CHE PIANGERE

La procedura di mobilità si è conclusa lunedì 12 settembre con il mancato accordo.

Nonostante tutte le proposte offerte alla nostra azienda da parte del Sindacato, dal Ministero del Lavoro e dagli assessori regionali e comunali, Ericsson ha rifiutato e procederà autonomamente sulla strada dei licenziamenti coatti.

Da oggi a fine ottobre, aspettiamoci le solite pressioni psicologiche che l’azienda eserciterà sui dipendenti per farli aderire “spontaneamente” ad un piano di dimissioni volontario ed incentivato.

Da novembre in poi si salvi chi può.

Questa sorte oggi tocca a 291 di noi ma Ericsson all’ultimo tavolo istituzionale non ha smentito la presenza di importanti esuberi per il 2017.

Rifletti su questo prima di entrare in azienda durante uno sciopero nazionale. Sei consulente? La cosa non cambia.

Dal link: Mancato Accordo

RSU ERICSSON ROMA

 

 

08/09/2016 ASSEMBLEA RETRIBUITA LAVORATORI ERICSSON ROMA

Si è svolta oggi 06/09/2016, presso il Ministero del lavoro, il previsto confronto tra Organizzazioni Sindacali, Ericsson ed i rappresentati delle Istituzioni Regionali sulla procedura di mobilità aperta da Ericsson.

Le Regioni hanno cercato di offrire alla nostra azienda soluzioni alternative ai licenziamenti ma Ericsson nonostante la disponibilità delle Regioni e del Ministero del Lavoro, si è dimostrata sorda a tutti gli appelli.

L'informazione completa  verrà data durante la prossima assemblea retribuita alla quale parteciparanno anche le OO.SS Territoriali.

ASSEMBLEA RETRIBUITA
GIOVEDI 8 SETTEMBRE 2016
ORARIO 10:00 - 11:00
SALA MENSA ERICSSON

 

SINTESI INCONTRO MINISTERO DEL LAVORO DEL 29/08/2016

Il giorno 29 di agosto, presso il Ministero del Lavoro, si è svolto un incontro sulla procedura di mobilità aperta da Ericsson il 13/06/2016. L'incontro in questione cadeva nell'ultimo giorno previsto dalla procedura per poter raggiungere un accordo con le OO.SS.

Purtroppo la nostra azienda ha continuato a sostenere che il numero di esuberi dichiarato non può essere messo in discussione e che un accordo con  il sindacato, è possibile solo se viene accettata la possibilità che ci possano essere licenziamenti coatti a fine procedura, cosa che le OO.SS non possono sottoscrivere soprattutto per un''azienda che non è in crisi.

Le OO.SS hanno nuovamente offerto la loro disponibilità a discutere a 360 gradi (riduzione dei costi, internalizzazione attività, riqualificazione del personale, solidarietà) per poter evitare situazioni traumatiche sia ora che per il prossimo futuro.

All'incontro erano presenti, perché coinvolte dalle OO.SS, anche i rappresentanti delle istituzioni regionali, i quali hanno fortemente invitato Ericsson a ripensare al proprio piano di ristrutturazione invitandola al dialogo. Quest'ultima richiesta unitamente alla pressione delle OO.SS, ha fatto si che il Ministero del Lavoro proponesse alle parti, le quali hanno accettato, un allungamento della procedura fino al giorno 12 settembre con un incontro intermedio il giorno 6 settembre, per un ampia discussione tra Regioni, Ericsson, OO.SS e Ministero del Lavoro.

 A valle dell'incontro del 6 settembre sarà organizzata un assemblea per i lavoratori di Roma.

Se non si dovesse raggiungere un accordo con l'azienda è stato già dichiarato uno sciopero di 8 ore per il giorno 14 settembre.

Dai link sottostanti il Verbale di Riunione del 29 agosto e la dichiarazione di sciopero.

RSU ROMA SLC-CGIL

28/07/2016 - MANCATO ACCORDO SU PROCEDURA DI MOBILITA'.

Si è conclusa in data odierna con un mancato accordo la prima fase della procedura di mobilità aperta da Ericsson il 13 giugno scorso.

L'azienda non ha fatto nessuna apertura ed rimasta ferma sull'obbiettivo di voler mandar via 291 lavoratori.

L'iter procedurale prevede adesso una seconda fase di confronto presso il Ministero del Lavoro che dovrà essere esperita entro la fine di agosto.

Le OO.SS. tenteranno di sensibilizzare le istituzioni locali e nazionali affinché sollecitino Ericsson ad abbandonare questa sua posizione intransigente.

RSU Ericsson Roma

MOBILITA' ERICSSON. RESECONTO INCONTRO PRESSO UNINDUSTRIA DEL 04/07/2016

Nell’incontro che si è svolto presso Unindustria in data 04/07/2016, Ericsson ha ribadito la strutturalità di 291 esuberi e pertanto, fatto salva la possibilità di allargare la mobilità ad altre aree dell’azienda, non intende trovare altre soluzione ai licenziamenti.

Le OO.SS. hanno esortato l’azienda a mettere da parte i licenziamenti per discutere la vicenda Ericsson su un tavolo negoziale congiunto con le istituzioni, tavolo nel quale siederebbero il Ministero del Lavoro, il Ministero dello Sviluppo Economico, e le Regioni interessate dai licenziamenti, con l’intento di individuare soluzioni alternative.

Il tavolo di confronto è già stato richiesto ma è ancora tutto da conquistare.

Per questo motivo venerdì 8 luglio è chiamato lo sciopero nazionale di 8 ore dei lavoratori Ericsson con presidio sotto il Ministero dello Sviluppo Economico.

L’appuntamento è alle ore 9:00 in Via Molise 2 nei pressi della metropolitana Barberini.

 

RSU ERICSSON ROMA