Avvisiamo i visitatori che il nostro sito utilizza solo cookies tecnici.

JoomlaTemplates.me by iPage Reviews

INFO CAAF CGIL 2020

Categoria: Notizie RSU Roma Ericsson
Creato: Giovedì, 07 Maggio 2020 Pubblicato: Giovedì, 07 Maggio 2020
Scritto da RSU ROMA ERICSSON SLC-CGIL

Quest'anno per ovvi motivi il Caf Cgil non sarà presente nel campus Ericsson di Roma, ma in forma diversa riimane disponibile per la dichiarazione dei reddetti.

Per coloro che volessero continuare ad avvalersi del Caaf Cgil, dai documenti allegati troveranno le istruzioni necessarie per farlo.

Rsu Roma Ericsson Slc-Cgil

ERICSSON TEI - Chiarimenti su e-mail da PEOPLE: COVID 19: APRIL Vacation & Permit - Italy

Categoria: News Ericsson TEI
Creato: Lunedì, 06 Aprile 2020 Pubblicato: Lunedì, 06 Aprile 2020
Scritto da Super User

COMUNICATO SINDACALE RSU ERICSSON TEI ITALIA

 

Chiarimenti su e-mail da PEOPLE: COVID 19: APRIL Vacation & Permit - Italy

 

Dopo esserci confrontati con l’Azienda in merito a questa e-mail vi comunichiamo che:

Relativamente alla fruizione dei ponti di primavera, dal 14 al 17 aprile ovvero, in alternativa, dal 27 al 30 aprile, concordati in sede sindacale, ribadiamo l’obbligatorietà di usufruire di 4 gg ferie e/o permessi backlog per chi ha residui anni precedenti.

 

Laddove si parla di 2 gg in più da inserire come ferie correnti/ferie backlog/permessi backlog, questo non è un obbligo ma una richiesta da parte dell'azienda ai singoli lavoratori di voler contribuire volontariamente.

 

RSU ERICSSON TEI ITALIA

COMUNICATO SU RICHIESTA UTILIZZO FERIE E PERMESSI NEL MESE DI APRILE

Categoria: News Ericsson EXI
Creato: Venerdì, 03 Aprile 2020 Pubblicato: Venerdì, 03 Aprile 2020
Scritto da RSU Ericsson EXI Roma Slc Cgil

COMUNICATO SINDACALE

Rona, 03/04/2020

Oggi l’azienda scrive in italiano si capisce al volo che non sono in arrivo buone notizie per i dipendenti, e poi quel “Caro collega” iniziale sembra messo li per aumentare la sensazione del cattivo presagio.

Senza dubbio è di cattivo gusto il modo in cui Ericsson continua ad evitare di dialogare con le RSU e prendendo iniziative che talvolta contraddicono gli accordi e gli impegni presi nelle varie contrattazioni. Nel calendario annuo 2020 EXI non c’è l’obbligatorietà di fare i ponti collettivi ma solo la chiusura aziendale chiamata nel calendario chiusura estiva. Per le ferie e i permessi del 2019 vale il calendario annuo 2019.

A supporto di questa tesi, come fa un dipendente EXI nativo che ha quasi tutto il monte ore dei permessi annui (96 ore su 104 spettanti) impiegato nella riduzione di orario giornaliera a fare i ponti che dice l’azienda? I ponti sono stati previsti per poter far smaltire importanti residui di ferie e permessi backlog accumulati in svariati anni di non utilizzo. Per i dipendenti TEI scorporati in EXI il 1 maggio 2019 l’azienda può invece chiedere l’utilizzo collettivo di 72 ore di permesso (ROL) sulle 104 spettanti, come da CCNL.

Per essere chiari, il sindacato ha sempre sostenuto che le ferie e i pemessi devono essere consumati possibilmente tutti nell’anno di maturazione ma anche qui, per far riferimento sempre al caso dei nativi EXI che hanno a disposizione solo pochi permessi, 8 ore di norma più quel che concede l’anno nelle festività che cadono di domenica che sono smonetizzate e sostituite da permessi, come si fa a sbrigare ad esempio una visita medica o per chi ha figli i colloqui con la scuola e tante altri inconvenienti di vita comune? Per questo motivo i lavoratori si trascinano qualche giorno maturato nell’anno precedente in quello corrente ma con l’impegno di smaltire la rimanenza entro i termini previsti nei calendari annui.

Nonostante possa sembrare il contrario, il presente comunicato non è per andare contro le richieste aziendali di utilizzare ferie e permessi in questo periodo e chi può andarvi incontro lo faccia, riconosciamo all’azienda anche il fatto che nell’emergenza covid19 non ha esitato laddove possibile a mettere i lavoratori in smart working, ma una chiarezza andava fatta per ripristinare la lettura corretta degli accordi aziendali, che probabilmente in futuro scriveremo in maniera differente.

RSU Roma Ericsson EXI Slc Cgil

 

 

 

PRESSIONI SU RICHIESTA UTILIZZO FERIE E PERMESSI, TOTALE ASSENZA DI COINVOLGIMENTO SU EMERGENZA COVID19, SMART WORKING

Categoria: News Ericsson EXI
Creato: Martedì, 31 Marzo 2020 Pubblicato: Martedì, 31 Marzo 2020
Scritto da RSU ROMA ERICSSON EXI

COMUNICATO RSU ROMA ERICSSON EXI

I line manager senza fornire una formale motivazione stanno esercitando forti pressioni sui dipendenti, a quanto pare sotto le direttive del responsabile delle risorse umane, in merito all’utilizzo obbligatorio dei giorni delle spettanze di ferie e permessi maturati nel 2019.
In EXI ci sono situazioni paradossali, talvolta e a dispetto di qualsiasi accordo aziendale, alle persone vengono chieste prestazioni che prevedono il lavoro di giorno e di notte fino a quattro giorni consecutivi, e contemporaneamente si vuole imporre loro, di fare giorni di ferie o permessi che li mettono in difficoltà nella gestione della loro attività. Al di là degli scambi formali di email avvenuti o meno tra dipendente e responsabile per documentare la vita lavorativa, i lavoratori EXI hanno sempre gestito con la massima autonomia e diligenza l’ossevazione delle urgenze incontrate, così come riconosciuto da Paolo Lazzaro nei vari “All staff meeting”.

leggi tutto...

Informazioni a favore delle persone con disabilità

Categoria: Notizie RSU Roma Ericsson
Creato: Giovedì, 19 Marzo 2020 Pubblicato: Giovedì, 19 Marzo 2020
Scritto da Super User

http://disabilita.governo.it/it/notizie/nuovo-coronavirus-domande-frequenti-sulle-misure-per-le-persone-con-disabilita/

IMPORTANTE: Questa pagina verrà di volta in volta aggiornata in base ai nuovi provvedimenti emanati -

LAVORO

Sono estesi i giorni di permesso della legge 104/1992?

Sì. I giorni di permesso sono estesi a 18 totali per marzo e aprile 2020 per:

- I lavoratori pubblici e privati che assistono una persona con disabilità (art. 33, comma 3, legge 104/1992);

- I lavoratori pubblici e privati a cui è riconosciuta disabilità grave che hanno già diritto alternativamente al permesso orario o giornaliero (art. 33, comma 6, legge 104/1992).

Le persone che hanno diritto a questi permessi possono scegliere come distribuire i 18 giorni nei due mesi (i giorni di permesso non "scadono" a fine mese). Le modalità per la richiesta e l'utilizzo di questi permessi rimangono le stesse di sempre.

Per il personale sanitario (sia del comparto pubblico che privato) l'estensione dei permessi è possibile solo compatibilmente con le esigenze organizzative dettate dall'emergenza.

Ho diritto ai giorni di permesso per la legge 104/1992 per più di un familiare. Di quanti giorni posso usufruire adesso?

Sono stati aumentati i giorni di permesso, ma non sono cambiate le modalità di richiesta e di utilizzo. Quindi se era possibile cumulare i due permessi in precedenza, è possibile cumulare adesso anche le relative estensioni (esempio: se prima avevi diritto a 6 giorni di permesso totali al mese per due familiari, adesso hai diritto a 36 giorni da poter utilizzare fra marzo e aprile 2020).

Sono un lavoratore dipendente cui è riconosciuta la disabilità grave (articolo 3, comma 3, legge 104/1992) posso chiedere lo smart working (o lavoro agile)?

Sì. E’ un tuo diritto utilizzare in questo caso lo smart working (o lavoro agile), a patto che questa modalità sia compatibile con le caratteristiche della prestazione lavorativa normale.


Sono un lavoratore dipendente con disabilità grave (articolo 3, comma 3, legge 104/1992), posso restare a casa dal lavoro?

Sì. Fino al 30 aprile, l’assenza dal lavoro in questi casi è equiparata al ricovero ospedaliero o alla quarantena obbligatoria (e quindi alla malattia).


Mi è stata certificata una condizione di rischio derivante da immunodepressione o da esiti da patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita, posso restare a casa dal lavoro?

Sì. Fino al 30 aprile, l’assenza dal lavoro in questi casi è equiparata al ricovero ospedaliero o alla quarantena obbligatoria (e quindi alla malattia).

 

**************************************

 

www.disabili.com

 

L'aumento dei 12 giorni di permesso è complessivo, e va spalmato nei mesi di marzo e aprile


In merito all’aumento dei permessi da legge 104 per i lavoratori che assistono una familiare con disabilità grave (previsti dall’articolo 33, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104), l’articolo 23 del Decreto Cura Italia cita:


1. Il numero di giorni di permesso retribuito coperto da contribuzione figurativa di cui all’articolo 33, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, è incrementato di ulteriori complessive dodici giornate usufruibili nei mesi di marzo e aprile 2020.

2. Il beneficio di cui al comma 1 è riconosciuto al personale sanitario compatibilmente con le esigenze organizzative delle aziende ed enti del Servizio sanitario nazionale impegnati nell'emergenza COVID-19 e del comparto sanità.

3. Alla copertura degli oneri previsti dal presente articolo si provvede ai sensi dell’articolo 126.

I dubbi interpretativi sono stati sciolti dalla indicazione contenuta nella pagina dell’Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità del Governo, che nelle sue FAQ chiarisce:


Sono estesi i giorni di permesso della legge 104/1994?


Sì. I lavoratori che assistono una persona con disabilità e quelli cui è riconosciuta disabilità grave hanno a disposizione, complessivamente per i mesi di marzo e aprile 2020, 18 giorni di permesso retribuito coperto da contribuzione figurativa.
Le persone che hanno diritto a tali permessi possono scegliere come distribuire i 18 giorni nei due mesi (i giorni di permesso non "scadono" a fine mese).

I giorni TOTALI sono quindi 18 utilizzabili tra marzo e aprile 2020. Si tratta quindi degli ordinari 3 di marzo + 3 di aprile, +12 aggiuntivi TOTALI da usare fino alla fine di aprile.


Qui sotto, lo screenshot della pagina

 

Sottocategorie