Avvisiamo i visitatori che il nostro sito utilizza solo cookies tecnici.

80-02-2007 - L'INCONTRO CON L'AZIENDA SULLA MOBILTÀ LUNGA PRESSO LA UIR.

Categoria: News Ericsson TEI Creato: Martedì, 13 Febbraio 2007 Pubblicato: Lunedì, 08 Dicembre 2008 Scritto da rsuroma.tei

Lo scorso 8 febbraio 2007, presso l'Unione degli Industriali di Roma (UIR), le OO.SS. FIM-FIOM-UILM Nazionali, Territoriali unitamente alle RSU Ericsson TEI, Marconi e Marconi Sud, hanno incontrato le rispettive aziende per discutere della mobilità lunga.
Le aziende hanno cercato di ottenere un accordo sulla mobilità spacciando la cosa come esclusivo interesse dei lavoratori che avendo i requisiti potrebbero approffittare di questo percorso. Il Sindacato ha rigettato questa impostazione precisando che l'interesse ad avere la mobilità lunga e tutto aziendale.
Detto questo passiamo alle richieste aziendali.

I numeri
► 300 le persone totali che potrebbero avere i requisiti rispetto all'età anagrafica.
► 150 sono su Ericson TEI
► 120 sono su Marconi
► 5 sono su Marconi Sud
► 25 sono su Ericsson NSI

Secondo la Ericsson, rispetto alla eventuale richiesta di 300 posti di mobilità lunga potrà ottenerne ottimisticamente un numero compreso tra 60 e 90.
L'azienda si è sbilanciata dicendo che la mobilità lunga potrà favorire un cambio di mix occupazionale con la riconferma a tempo indeterminato dei 17 contratti di inserimento oggi in Ericssson e in scadenza tra maggio e settembre.

Il sindacato ha ribadito che è interessato a nuova occupazione stabile ma che non si può limitare alla semplice riconferma dei contratti di insermento. Inoltre il gruppo Ericsson dovrà essere disposto, qualsiasi sia il target raggiunto a fine percorso della mobilità, che i numeri ottenuti garantiscono l'occupazione stabile. Inoltre la Marconi Sud dovrà chiudere la cassa integrazione oggi ancora presente, nonostante le gloriose prospettive del piano industriale del Gruppo Ericsson presentato recentemente alle OO.SS e al Ministero dello Sviluppo Economico.

Nel prossimo incontro, previsto per il prossimo 14 febbraio alle 17.00 presso la UIR, si cercherà di raggiungere un accordo in merito.